Avisbarberino


Vai ai contenuti

Che cos'è l'Avis



L'AVIS, (Associazione Volontari Italiani del Sangue), è un'associazione privata, senza scopo di lucro, che persegue un fine di interesse pubblico: garantire un'adeguata disponibilità di sangue e dei suoi componenti a tutti i pazienti che ne hanno necessità, attraverso la promozione del dono, la chiamata dei donatori e la raccolta di sangue.

Fonda la sua attività sui principi della democrazia, della libera partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale ed insostiuibile di solidarietà umana. Vi aderiscono tutti coloro che hanno intenzione di donare volontariamente, anonimamente, periodicamente e gratuitamente il proprio sangue, ma anche chi, non potendo fare donazioni per inidoneità, desideri collaborare gratuitamente alle attività di promozione, proselitismo ed organizzazione.

Gli scopi dell'associazione fissati dallo Statuto erano e sono: venire incontro alla crescente domanda di sangue, avere donatori pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute, lottare per eliminare la compravendita del sangue, donare gratuitamente sangue a tutti, senza alcuna discriminazione.


Fondata a Milano nel 1927 dal dott. Vittorio Formentano, costituitasi ufficialmente nel 1946, l'Avis è oggi un
ente privato con personalità giuridica e finalità pubblica, e concorre ai fini del Servizio sanitario nazionale in favore della collettività.

Oggi è la più grande organizzazione italiana di volontariato del sangue, che, con oltre il milione di associati volontari e periodici, raccoglie circa il 75% del fabbisogno nazionale di sangue.(dati 2007). Lo Stato italiano gli riconosce la natura privata e ne sostiene l'attività attraverso rimborsi, stabiliti da un decreto ministeriale ed erogati secondo apposita convenzione dalle Aziende sanitarie per la promozione, la chiamata e l'invio dei donatori alle strutture trasfusionali, sia pubbliche che dell'Associazione, e per la raccolta diretta delle unià di sangue. Nessun'altra cifra è corrisposta all'Associazione per il servizio di raccolta del sangue.

L'Avis è presente su tutto il territorio nazionale con una struttura articolata e suddivisa in:

  • 3180 Avis Comunali o di base
  • 111 Avis Provinciali o equiparate
  • 22 Avis Regionali (in Trentino ci sono 2 sedi, mentre la sede in Svizzera, fondata da emigranti italiani, è considerata come regionale)



Il donatore dell'Avis condivide che la donazione deve essere:

  • Anonima: un atto di solidarietà dovuto a noi stessi e al nostro prossimo, senza esibizionismo od ostentazione.
  • Volontaria:un atto di coscienza, la solidarietà di base che travalica opinioni, ceti, appartenenze e religioni.
  • Gratuita: poichè il donarte è solidarietà verso l'altr, il sangue deve essere gratis per il donatore come per il ricevente.
  • Periodica: si dona il sangue oggi perchè sia pronto quando sarà necessario.
  • Responsabile: a fronte del moltiplicarsi delle malattie immunitarie e di nuovi ageni infettivi, il mantenersi in buona salue è un atto di responsabilità verso sé stesdsi e verso gli altri.
  • Associata: solo manenendosi uniti i donatori possono perseguire efficacemente gli obiettivi assegnati.

Torna ai contenuti | Torna al menu